La casa “Laudato Sii”

 

Il Progetto “LAUDATO SII” è stato dettagliatamente spiegato nella trasmissione #PAESEMIO una rubrica settimanale trasmessa dalle emittenti televisive #Telechiara, #Televeneto e #Telestense.

Padre Gaetano Lo Russo e i suoi confratelli invitano Voi tutti a prendere parte al pellegrinaggio in CROCIERA “Nostra Signora d’Europa” dal 20 al 30 ottobre, unico nel suo genere dove i fedeli potranno partecipare a importantissimi momenti di Catechesi e cultura insieme a lui e moltissimi sacerdoti.

Vogliamo costruirla in Iraq

La casa “Laudato Sii”

Per accoglienza degli orfani e delle vittime di guerra

Nel prossimo mese di aprile una nostra delegazione si recherà in Iraq, ovviamente nella parte liberata dall’Isis, per iniziare la realizzazione di un centro che prende il nome dai primi versi del Cantico delle Creature di S. Francesco e che di recente Papa Francesco ha utilizzato anche per la sua Enciclica dedicata al creato.

Come Fondazione ci interessa il destino dei ragazzi che sono le vittime più innocenti di questa guerra praticamente pianificata dalle potenze occidentali, ma totalmente subìta dalle popolazioni locali e in particolare dalla comunità cristiana che è passata da un milione circa di persone a meno di duecento mila.

In questa Casa saranno operativi due nostri Confratelli che già da tempo si adoperano per le persone più svantaggiate e in particolar modo dei piccoli. Però vi lasciamo immaginare che la loro presenza non basta davanti alle tante emergenze. Siamo quindi a rimboccarci le maniche per poter essere loro di aiuto.

Dobbiamo tenere conto di un fatto evidente: la presenza e la resistenza delle famiglie cristiane in Iraq garantisce in certo qual modo anche il nostro futuro e la nostra sicurezza. Il loro restare diventa il segno più tangibile che la barbarie non ha vinto e che alla guerra non si può rispondere che con una sola arma: l’amore. L’Amore che per noi cristiani diventa concreto quando si trasforma in carità. L’Amore che dà sostanza a tutte le speranze per un mondo più umano e giusto.

Cari amici e lettori di Antoniani non lasciateci soli. La Fondazione Antoniana Rogazionista vuole essere in prima linea. Quella dell’amore. E se voi sarete con noi l’amore diventerà carità tangibile e miracolosa.

P. Gaetano Lo Russo

Presidente della Fondazione

Bambini Iraq Jalal 2016