Dalla Presidenza

presidenza_blocco

VIII CAPITOLO PROVINCIALE DELLA PROVINCIA S. ANTONIO

Lunedì 19 giugno è iniziato ad Ariccia l’ottavo Capitolo Provinciale dei Padri Rogazionisti della Provincia centro – nord “S. Antonio” per eleggere il nuovo Consiglio Provinciale che resterà  in carica i prossimi quattro anni.

Il Capitolo che si è svolto dal 19 al 27 giugno, con la partecipazione di 48 confratelli provenienti da tutte le nazioni facenti parte della Provincia “S. Antonio”, si è aperto ufficialmente con la celebrazione eucaristica presieduta dal Superiore Generale P. Bruno Rampazzo che nell’omelia ha ricordato tutta l’importanza dell’evento capitolare per la Provincia, come momento prima di tutto di grazia e poi di verifica, dialogo, confronto fraterno e nuova progettualità carismatica partecipata e corresponsabile. Nel pomeriggio si è data lettura del Regolamento Capitolare con la formulazione di mozioni per apportare variazioni in alcuni numeri del documento.

In seguito alla lettura delle due Relazioni del Governo uscente: la Relazione del Superiore Provinciale sullo Stato della Provincia, P. Gaetano Lo Russo, e la Relazione dell’Economo Provinciale P. Giovanni Cecca sullo Stato Economico della Provincia, durante queste giornate si sono affrontati diversi argomenti.

Si sono costituite 4 commissioni di 12 elementi ciascuna. La prima con il compito di rivedere il Direttorio di Provincia, mentre le altre tre con il compito di preparare gli Orientamenti capitolari da affidare al prossimo Governo Provinciale riguardo ai seguenti ambiti: 1. Vita Religiosa -Formazione – Pastorale Giovanile e Vocazionale; 2. Rogate – Opere Socio educative – Parrocchie – Missioni – Laici; 3. Governo – Amministrazione – UBA.

I lavori capitolari sono proseguiti con l’esame delle proposte presentate dalle 4 commissioni: Vita religiosa, formazione, pastorale giovanile e vocazionale; Governo, amministrazione, uba; Rogate, opere caritative, parrocchie, laici e si sono votati anche i relativi orientamenti.

Lunedì 26 giugno, è stato riconfermato Padre Provinciale, per un altro mandato, Padre Gaetano Lo Russo con la proclamazione di rito, alla quale è seguito il rendimento di grazie in cappella davanti al SS. Sacramento, secondo la tradizione rogazionista.

Martedì  27 giugno, sono stati eletti i Consiglieri Provinciali.

1° Consigliere P. Eros Borile; 2° Consigliere P. Pasquale Albisinni; 3° Consigliere P. Marcin Bajda. 4° Consigliere ed Economo Provinciale P. Carmelo Capizzi. Infine come Vicario Provinciale viene eletto P. Eros Borile.

Nell’ultima sessione di lavoro viene letto in Aula il Direttorio della Provincia che viene votato per parti e approvato a maggioranza. Alle ore 19:00 al termine della Concelebrazione Eucaristica il Superiore dichiara ufficialmente chiuso l’ ottavo Capitolo Provinciale.

 

Per una lettura completa del lavori capitolari vi rimandiamo al sito http://www.rogazionisticn.it/provitaliacn/

8cap03 8cap16 8cap43 8cap52 8cap61 8cap66 8cap68 8cap71 8cap94 8cap96

 

Carissimi Amici,

La Fondazione Antoniana Rogazionista nasce, nel 2015, all’interno della Provincia S. Antonio dei Padri Rogazionisti “ per contrastare la povertà infantile, affrontando le nuove sfide sociali e mirando all’accoglienza dell’altro e nel sostegno dei bisogni della persona. Vuole essere anche novità, segno di attenzione e di presa in carico e strumento di cura, per vecchi e nuovi bisogni; bisogni che per quanto siano mutati e cambiati nel tempo, nella sofferenza restano sempre uguali a se stessi”, come riportato nello statuto.

I confratelli che compongono la Provincia, sono persone meravigliose la cui generosità è encomiabile e grazie alle quali abbiamo dato vita a una importante e continuativa espansione che ha portato grandi risultati in un tempo relativamente breve, con l’intento di diventare sempre più incisiva e rappresentativa del carisma rogazionista nel mondo, con la forza e la capacità che le sono proprie. Seguendo l’esempio dell’emorroissa di Cafarnao, descritta nel Vangelo di Matteo che strappa la grazia al Signore senza che lui stesso ne avesse piena contezza, abbiamo sempre avuto la certezza che affidare a Dio i nostri progetti ci avrebbe garantito la riuscita degli stessi. E il risultato ha superato la migliore delle nostre previsioni.

A oggi sono 5 le stazioni vocazionali e missionarie: Portogallo, Inghilterra, Germania, Slovacchia e Giordania. In più contiamo su 2 noviziati (uno in Italia e uno in Brasile), 4 comunità educative: Morlupo, Firenze, Roma e S. Cesareo. Due nuove comunità: in Colombia, che ringraziamo con entusiasmo perché con l’animazione vocazionale hanno portato alla costituzione anche di un seminario e in Iraq, dove i confratelli si trovano ad operare in condizioni difficili e ai quali va il nostro sincero grazie per la loro dedizione nel confermare la nostra presenza tra cristiani coraggiosi e decisi che difendono con orgoglio la loro identità nel campo profughi dove abitano. Lo Spirito Santo ci suggerisce di perseguire con forza e determinazione negli ideali di S. Annibale, nostro santo fondatore: 1) i poveri, nella declinazione antoniana dei minori in difficoltà; 2) le vocazioni per la Provincia. Dobbiamo infatti essere sempre consapevoli che la nostra forza non è nell’agire per agire, ma nell’adoperarci per una continuità. La risoluzione dell’oggi non basta. L’azione deve porsi, e merita risorse, se racchiude in sé un germe di futuro. In questi due anni sono sorti ben otto nuovi punti dove viene eretta la bandiera del Rogate ed elevata quotidianamente la preghiera per le vocazioni. E tra questi nuovi punti citiamo Ferrara e Roma Massimina. Un grazie speciale a tutti coloro chiamati a proseguire il cammino in tutte le altre nostre comunità storiche e a tutti gli Amici che aiuteranno la Fondazione Antoniana al conseguimento dei propositi. Per questo, vi esorto, cari Amici, a prendere visione di “Donazioni”.

Un abbraccio fraterno e una benedizione nel nome del Signore

Padre Gaetano Lo Russo,

rcj Presidente Fondazione Antoniana Rogazionista